La democrazia dispotica PDF

Chievoveronavalpo.it La democrazia dispotica Image

Leggi il libro di La democrazia dispotica direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di La democrazia dispotica in formato PDF sul tuo smartphone. E molto altro ancora su chievoveronavalpo.it.

ISBN 9788842094647
DATA 2011
NOME DEL FILE La democrazia dispotica.pdf
DIMENSIONE 10,89 MB
AUTORE Michele Ciliberto

DESCRIZIONE

Questo libro nasce da una doppia interrogazione: sulla democrazia e sulla situazione attuale del nostro Paese. Si sofferma su alcuni classici della democrazia fra Otto e Novecento e su questo sfondo interpreta il fenomeno del berlusconismo. È stato infatti Tocqueville a segnalare i rischi dispotici della democrazia con due esiti possibili: diventare tutti eguali e tutti schiavi oppure tutti eguali e tutti liberi. Ma la storia europea moderna ha dimostrato che la prima possibilità è più concreta della seconda: quello che, infatti, sta crescendo è un potere sociale che assume il controllo di tutti, togliendo autonomia e responsabilità ai singoli, i quali a loro volta delegano a questo potere la gestione della loro vita. Non si tratta di un problema solo italiano; né di un morbo che affligge solo la destra. È una tendenza dell'epoca nella quale si intrecciano dispotismo, plebiscitarismo, populismo, dinamiche di tipo carismatico. Per questo "il berlusconismo è una forma patologica della democrazia dei 'moderni'; appartiene alla storia e alle metamorfosi della democrazia occidentale; e in questo senso, come oggi riguarda l'Italia, così può riguardare anche altre democrazie europee".

Leggere per non dimenticare - Anna Benedetti

Scopri La democrazia dispotica di Ciliberto Michele: spedizione gratuita per i clienti Prime e per ordini a partire da 29€ spediti da Amazon.

LIBRI CORRELATI

La Democrazia Dispotica - Ciliberto Michele | Libro ...

S'intitola La democrazia dispotica un recente, rilevante saggio di Michele Ciliberto (Laterza). È un libro dotto e ben costruito, che riguarda le evidenti deformazioni, e si potrebbe ormai dire ...